News

Come un film dal finale “posso”

Un punticino, per una di quelle partite che non capisci mai se andavano vinte o se potevano essere perse. D’accordo, eravamo sotto e l’abbiamo raddrizzata grazie ad un rigore, ma è anche vero che abbiamo giocato per metà partita con l’uomo in più. Insomma l’1-1 è risultato che quelli veri chiamano “giusto”, ma che in un derby normalmente è il peggiore, perché una partita così che finisce pari è un po’ come il finale di un film “posso”, cioè che alla fine ti dici: “E adesso?”.

Le distanze sono sempre quelle, perché il Wohlen, neppure lui, è andato oltre il punticino contro il Wil e perché il Chiasso continua a giocare a ciapanò. Occorre quindi cominciare ad andare a punti, perché prima o poi dovremo smetterla di speculare sulle disgrazie altrui.

Ecco, cominciamo da sabato prossimo, quando tra un bianchino e l’altro al “Pardo”, sul rettangolo verde si scontreranno sicuramente con meno spirito di festa comune 22 uomini che avranno in mente di portare a casa i tre punti. E già, perché questa sarà la differenza con la partita di sabato: il Winti verrà a cercare la vittoria che potrebbe definitivamente lanciarlo verso lidi tranquilli, mentre i nostri la cercheranno perché potrebbe permetterci di lasciare le acque limacciose, che per il momento ci arrivano solo alle ginocchia. Un’affermazione e la faremmo scendere al di sotto delle caviglie, una sconfitta e una contemporanea messe di punti di chi sta dietro ed ecco che dovremo già andare a prenderci un salvagente. Proprio così.

Perché poi delle 4 prossime sfide 3 saranno lontane dal Ticino e in campi non proprio amichevoli: Wohlen, Wil e Vaduz. Mica pizza e fichi. E quindi fieno in cascina boys per piacere…