News

Assemblea Generale Ordinaria del Football Club Locarno

Si è svolta l'assemblea Generale ordinaria dell'associazione Football Club Locarno nella sala del consiglio comunale di Locarno, alla presenza di numerosi soci e della prima squadra attiva in Challenge League. È stato presentato il rapporto sull'attività svolta nella stagione passata: scuola calcio, squadre allievi, tutti i progetti della federazione svizzera di calcio denominati Footeco,novità della formazione promossa dalla federazione stessa con le Associazioni polo regionali.

È stata l'occasione per ricordare come la Football Club Locarno SA, socia del Team Ticino, si accolla l'onere finanziario di partecipazione affinché i giocatori più talentuosi della regione possano formarsi a livello cantonale.

Considerato che l'Associazione non dispone di una propria prima squadra, il comitato si è attivato da tempo per proporre una fusione con il Football Club Solduno. Se questa operazione non avrà esito positivo nelle prossime settimane, l'assemblea ha discusso in merito alla possibilità di scrivere una squadra amatoriale nelle leghe regionali. L’assemblea ha accettato questo principio.

In merito alla situazione attuale e futura della Football Club Locarno SA, sono state presentate le tre varianti di sviluppo futuro.

Il Presidente ha ribadito lo sforzo che farà da qui alla fine del mese di giugno 2014 per cercare di dare un futuro al calcio competitivo.

L’Amministratore ed il Comitato della FC Locarno SA, viste le difficoltà economiche ed il panorama calcistico attuale, una volta ottenuta la licenza a fine aprile 2013, ha lanciato un appello pubblico ai Locarnesi aprendo loro la possibilità di entrare nel capitale azionario e/o nella direzione della Società. Purtroppo non si sono annunciati imprenditori pronti per questa azione.

In seguito a questo la Società ha organizzato una riunione con i precedenti Presidenti e persone determinanti nella vita del Club degli ultimi trent’anni. Si è constata l’insufficiente capacità economica del Locarnese per mantenere una squadra competitiva a livelli di Challenge League.

Il Presidente ha dunque evocato le tre possibilità a partire dal 01.07.2014:

a.non iscrivere la squadra al campionato 2014/2015, rinunciando alla presentazione della richiesta della licenza;

b.di cedere la Squadra al primo investitore con garanzie;

c.mettersi a disposizione di un gruppo che studi lo sviluppo di una Squadra ad ampio respiro, al di fuori della Regione Locarnese, mantenendo un livello d’identità col territorio, perseguendo i principi gestionali finora adottati.