News

Inizia bene la seconda parte di campionato

Dietikon-Locarno 0-2 (0-1)

Reti: 24’ Perazzo 0-1;57’ Zubcic 0-2.

Locarno: Volturo; Davide Rodriguez, Pergl, Perazzo (82’ Schelotto), Ferrara; Manfreda, Bustamante (60’ Gogov), Zubcic, Bilinovac; Zivko, Marzolf (60’ Stojanov).

Arbitro: Tomasz Superczinsky

Note: Centro Sportivo Dornau, Dietikon, 300 spettatori. Ammoniti: 21’ Herlea; 48’ Marzolf, 50’ Eba Eba, 88’ Barbosa, 91’ Manfreda. Espulso: 75’ Eba Eba (doppio cartellino giallo)

Il nuovo Locarno, ridisegnato da una campagna acquisti molto attiva che ha visto molti nuovi innesti nella rosa a disposizione di Gigi Tirapelle, ha ottenuto un bel successo sul difficile campo di Dietikon. Era dal 5 settembre del 2015 che i bianchi attendevano per festeggiare un successo e sabato nella campagna zurighese lo stesso è arrivato al termine di una prestazione convincente. I ticinesi infatti hanno controllato bene l’incontro, passando in vantaggio alla metà del primo tempocon Perazzo, bravo ad infilare di testa su azione di calcio d’angolo. Da quel momento i verbanesi non hanno più lasciato la presa e gli zurighesi non hanno più avuto voce in capitolo. E come una mela matura al 57’ è caduto anche il raddoppio, realizzato dall’ottimo Zubcic, che con una precisa conclusione dai 20 metri ha in pratica chiuso l’incontro. Nel finale i padroni di casa, già in difficoltà, si sono poi complicati ancora di più la vita, rimanendo in 10 per un doppio ammonimento ricevuto dal nervoso Eba Eba. E così il Locarno ha potuto portare in Ticino tre punti preziosissimi in vista di una primavera che potrebbe anche portare molte soddisfazioni , a patto di mostrare la stessa voglia e qualità di gioco esibita sabato al Dornau. A fine partita un soddisfatto presidente Nicora ha commentato così la prestazione dei suoi: “Sono molto contento. Ho visto una squadra disciplinata e concentrata su 90 minuti. La vittoria è importante soprattutto perché dà morale al gruppo, che ne ha bisogno per affrontare al meglio la seconda parte del campionato. Durante la pausa invernale ci siamo mossi sul mercato e credo che gli innesti abbiano puntellato al meglio una rosa che è diventata ancora più competitiva”.