News

Un punto per il commiato

Locarno-Seuzach 0-0

Locarno: Maggioni;, Perazzo, Pergl (80’Angelisanti), Regazzi; De Gianbattista, Bustamante (50’ Stojanov), Zubcic, Ferrara (75’ Libertini); Cetrangolo, Bilinovac, Zivko.

Seuzach: Frauenfelder, Schalcher, Süsstrunk, Tavares, Müller; Lauber, Mottola, Oergel (78. Fischer), Ch. Widmer (83. Tiziani); Girsberger (87. Auer), P. Widmer.

Arbitro: Marco Rothenfluh.

Note: Stadio Lido, 430 spettatori. Ammoniti:35’ Susstrunk,36’ Bustamante; 91’ Lauber.

Poteva essere la classica partita di liquidazione di fine stagione e invece al Lido sabato si è assistito ad uno spettacolo degno, tenendo anche conto del caldo che non ha dato tregua ai protagonisti. Dopo un primo tempo in cui le due squadre non hanno messo in mostra granché, i ticinesi hanno accelerato e hanno messo sotto pressione un Seuzach schierato con la chiara intenzione di portare a casa il punto che ne avrebbe garantito la matematica salvezza. Gli zurighesi hanno vacillato in più di un’occasione, ma vuoi per imperizia, vuoi per sfortuna, i bianchi non hanno sbloccato il risultato. Al fischio finale dell’ottimo arbitro Marco Rothenfluh ad esultare sono stati soprattutto gli ospiti, che si sono assicurati la certezza di giocare ancora l’anno prossimo in Prima Lega Classic. Se gli zurighesi hanno raggiunto il loro obiettivo, anche il Locarno può dire di avere giocato una buona stagione. Soprattutto con l’arrivo di Tirapelle infatti, hanno assunto un ottimo ritmo di crociera che se verrà mantenuto anche la prossima stagione potrebbe regalare delle belle soddisfazioni.

A fine partita il presidente Nicora è soddisfatto solo a metà: “Se devo vedere il bicchiere mezzo pieno abbiamo conquistato un buon punto contro un avversario motivatissimo. D’altro canto però, contro squadre di questo tipo bisognerebbe vincere. Peccato, perché avremmo potuto regalare una bel successo ai nostri tifosi per il commiato casalingo stagionale”. Ultimo impegno sabato venturo al Comunale di Mendrisio con fischio d’inizio alle 16.