Partite

FC Locarno - Neuchâtel Xamax 1:2

Reti: 4’ Boillat 0-1; 35’ Schneider 0-2; 74’ Becchio 1-2.
Locarno: Buono; Loiero (46’ Nimeley), Quadri, Perazzo, Regazzi; Flena, Bilinovac (87’ Zivko), Maggetti, Radosevic (66’ Cetrangolo); S Rodriguez; Becchio.
Xamax: Walthert; Bize, Schneider, Witschi; Gomes (82’ Erard), De Coulon, Sauget; M. Rodriguez, Doudin, Boilllat (59’ Chatton); El Allaoui.
Arbitro: Fabian Haenggi.
Note: 310 spettatori.
Ammoniti: 22’ Buono; 52’ Radosevic; 86’ Bilinovac; 88’ Maggetti; 89’ Erard. All’83’ traversa di M. Rodriguez, all’86’ palo di Becchio.

Si è svegliato troppo tardi ieri sera al Lido il Locarno per poter andare a punti contro il Neuchatel Xamax, che si è confermato essere una delle migliori squadre del campionato. Il primo tempo infatti, i verbanesi sono parsi intimoriti e hanno balbettato gioco, lasciando ai neocastellani il controllo del gioco. A dire il vero la strada per una serata tranquilla i romandi se l’erano costruita da soli, visto che in pratica al primo affondo Boillat ha infilato Buono dopo una bella iniziativa di Doudin. Per il resto della prima parte di gara, gli ospiti hanno dominato la scena, rischiando in poche occasioni. Ed è proprio in una di queste che Bilinovac è venuto a trovarsi solo davanti alla porta spalancata e ha sparacchiato alto a pochi passi dalla porta di Walthert. Praticamente sulla ripartenza i rossoneri hanno raddoppiato: Boillat si defila sulla destra, centra e Schneider incorna alla spalle del portiere di casa. Si arriva dunque alla pausa con un meritato doppio vantaggio neocastellano. La ripresa è più equilibrata perché anche il Locarno inizia a giocare e perché Kurz tenta la carta della difesa a tre, con Loiero fuori e Nimeley subentratogli per infoltire il centrocampo. La partita si fa divertente, a tratti addirittura spumeggiante, e il Locarno riesce a crearsi qualche occasione da rete, una delle quali viene sfruttata da Becchio, che al 74’ prende d’infilata la difesa ospite e segna con un bel diagonale la rete della speranza. Nel convulso finale il serrate dei ticinesi non sorte alcun effetto , anche se lo stesso Becchio all’86’ colpisce un palo a botta sicura, dopo che il rossonero Mickael Rodriguez aveva anche lui fatto tremare i legni ticinesi tre minuti prima. Continua quindi la serie nera dei bianchi. Il prossimo avversario si annuncia ancora una volta tosto. Al Lido mercoledì prossimo arriva il Basilea II.