Partite

FC Locarno - FC Sion II 0:2

Reti: 42’Ciss 0-1; 88’ Cissé 0-2.
Locarno: Kurz; Flena, Perazzo, Loiero, Regazzi; Radosevic (89’ Davide Rodriguez), Bilinovac, Quadri, Simic (78’ Zubcic); Sebastian Rodriguez; Zivko.
Sion II: Debonnaire; Tissières, Ciss, Aruti, Abanda, Thétaz (93’ Cotter); Yartey (91’ Follonier), Fernnades, Sierro; Soumah(85’ Rodrigues); Cissé.
Note: 400 spettatori. Ammoniti: 28’ Radosevic; 38’ Ciss, 63’ Debonnaire, 63’ Loiero. Espulso: 50’ Ciss (doppio giallo).


Ci si attendeva una doppia conferma dal Locarno sabato sera al Lido, per la sua quinta partita casalinga consecutiva. La prima doveva riguardare i miglioramenti messi in mostra già da qualche turno a questa parte, la seconda mirava a confermare che finalmente si è cominciato a fare punti e che la risalita è cominciata. La missione è stata compiuta solo a metà, ossia solo per quel che riguarda i progressi di gioco, evidenti soprattutto che si tiene conto che fra infortunati, acciaccati e squalificati, i ticinesi hanno affrontato l’impegno di sabato sera senza una mezza dozzina di titolari, impossibilitati a scendere in campo. I punti non sono arrivati, ma ciò lo si deve soprattutto all’imperizia delle punte, che hanno scialacquato parecchie buone possibilità per andare a rete, mentre dall’altra, come al solito, gli attaccanti ospiti sono stati abili a colpire nei momenti topici dell’incontro. La prima rete del Sion infatti è giunta quando alla pausa mancavano meno di tre minuti, mentre il raddoppio-beffa è giunto quando i ticinesi stavano attaccando a testa bassa per ottenere il pareggio all’88’. Nel mezzo tantissimo Locarno, bravo, come già detto a creare i presupposti per segnare, ma troppo sprecone sotto porta. La pressione ticinese si è fatta sentire molto soprattutto dopo l’espulsione per doppio ammonimento di Ciss, fatto all’origine anche dell’allontanamento del mister vallesano, troppo violento nelle sue rimostranze nei confronti della terna arbitrale. Peccato, perché ancora una volta almeno un pareggio avrebbe meglio rispecchiato l’andamento dell’incontro. Per il Locarno all’orizzonte ci sono due impegni importantissimi in chiave classifica. Dapprima gli uomini di Kurz renderanno visita al Brühl per un incontro diretto dall’importanza capitale, poi si recheranno a Tuggen, squadra partita con legittime ambizioni ma molto deludente finora.